AVVIATO IL PROGETTO BUONE PRATICHE DI GESTIONE NELLE RISERVE NATURALI STATALI

Il WWF Italia ha avviato un importante progetto di gestione nelle Riserva naturali dello Stato ad esso affidate. Finanziato dal Ministero dell’Ambiente, il progetto Buone pratiche di gestione nelle Riserve naturali dello Stato ha individuato e avviato una serie di attività economiche sostenibili. L’obiettivo, grazie al  lavoro svolto dal WWF OASI, è quello di sostenere attività compatibili con la missione delle aree protette –  la tutela della biodiversità –  e sostenibili a livello economico e sociale. Già oggi alcune delle aree ospitano attività produttive, ma occorrono una serie di interventi affinché si raggiunga una sostenibilità complessiva.  In particolare il progetto ha individuato quelle attività che partendo proprio dalla necessità di conservare e favorire la biodiversità, possono avere un riscontro anche in altri settori. Per esempio nel rendere sostenibile il prelievo di pesce e gestire tale attività nel contesto più generale di gestione degli specchi d’acqua; nel controllare le specie aliene; nel promuovere progetti di conservazione su specie prelevate in diminuzione; nel realizzare microhabitat per le specie legate agli ambienti rurali e agricoli.

Il progetto oltre ad avere riscontri importanti a livello locale e territoriale, vuole essere un esempio da diffondere nel resto del sistema delle aree protette. Il ruolo delle aree protette, piccole o grandi che siano, è proprio quello di sperimentare e rendere disponibili esperienze che hanno ottenuto risultati positivi nella conservazione e nello sviluppo ecosostenibile.

Il progetto prevede infatti, oltre agli interventi diretti, la comunicazione degli obiettivi e i risultati raggiunti; l’apertura al pubblico delle aree per una diretta conoscenza; eventi dedicati per promuovere l’esperienza; la ricaduta economica attraverso la commercializzazione.

Il WWF Italia gestisce cinque  Riserve naturali statali: Lago di Burano, Laguna di Ponente di Orbetello, Valle Averto, Cratere degli Astroni, Le Cesine .