Le 38 Oasi WWF oggi in gestione alla Società occupano circa 19,000 ettari.

La rete di Oasi affidate alla Società è rappresentativa dei principali ambienti del nostro Paese. Comprende tra le più importanti zone umide dell’intero territorio nazionale, la prima e più nota area marina protetta (Miramare), una delle foreste mediterranee più conservate (Monte Arcosu), importanti relitti di boschi planiziali e lunghi tratti di costa.

Il Sistema Oasi del WWF Italia rappresenta il progetto di conservazione più importante del WWF Italia. Fin dal 1966, anno della sua fondazione, il WWF si è impegnato a gestire territori naturali in ogni angolo d’Italia. Dal 2007 alcune aree sono state affidate alla Società WWF Oasi con l’obiettivo di promuove un modello di gestione di aree protette. Le restanti Oasi del sistema sono affidate ad altre forme di gestione (comitati locali, stl ecc). 

GLI OBIETTIVI
Il WWF con la tutela e gestione delle proprie aree protette intende:

  • conservare campioni rappresentativi di ecosistemi particolarmente rari o minacciati, aree di eccezionale valore naturalistico ed habitat e specie in pericolo di estinzione.
  • sensibilizzare ed educare alla salvaguardia ed al rispetto della natura.
  • sviluppare adeguate ricerche scientifiche per la conservazione.
  • sviluppare metodologie e tecniche di gestione adeguate agli obiettivi di tutela, anche come valido esempio per la protezione delle aree gestite da altri soggetti.
  • sperimentare modelli di sviluppo compatibile con la salvaguardia dell’ambiente.
  • utilizzare il sistema di oasi per realizzare progetti di conservazione ad ampio respiro e più alta efficacia.
  • utilizzare le Oasi come soggetti catalizzatori di attività di conservazione su area vasta.

 

LE OASI AFFIDATE ALLA SOCIETA’
Le Oasi WWF oggi in gestione alla Società sono 38 per un totale di circa 19,000 ettari. Oltre queste WWF Oasi svolge un ruolo di supervisione tecnico-scientifico per le 4 riserve siciliane.

La rete di Oasi affidate alla Società è rappresentativa dei principali ambienti del nostro paese. Comprende tra le più importanti zone umide dell’intero territorio nazionale, la prima e più nota area marina protetta (Miramare), una delle foreste mediterranee più conservate (Monte Arcosu), importanti relitti di boschi planiziali e lunghi tratti di costa.

Quasi tutte le Oasi in gestione a WWF Oasi ricadono nella Rete Natura 2000: ben il 29% ricade all’interno di un Sito di Importanza Comunitaria (Direttiva Habitat 43/92/CEE), siti designati per la tutela di habitat prioritari e il 2 % ricade in una Zona di Protezione Speciale, cioè di particolare importanza secondo la Direttiva Uccelli (79/409/CEE). Delle aree in gestione a WWF Oasi circa il 40% sono SIC e ZPS.

Oasi Affiliate: Le Oasi Affiliate sono aree dove il WWF svolge una funzione di controllo e verifica della gestione. Tendenzialmente sono aree di privati dove vengono svolte attività produttive compatibili con la conservazione di cui il WWF certifica la corretta gestione. Obiettivo generale delle Oasi Affiliate è quello di perseguire la conservazione della biodiversità integrata ad una gestione ecologicamente, socialmente ed economicamente sostenibile del territorio. Il WWF Oasi ha definito delle Linee Guida rivolte ai privati che desiderano conciliare la tutela dell’ambiente naturale e le attività socio-economiche.